Bagdad (askanews) - Si aggrava il bilancio degli attentati rivendicati dall'Isis condotti a Sadr City, quartiere a maggioranza sciita di Bagdad. Secondo le autorità irachene, nella duplice esplosione che ha investito un mercato rionale sono morte 33 persone e almeno 79 sono rimaste ferite. Una delle due esplosioni è stata innescata da un attentatore suicida. Si tratta del più sanguinoso attentato compiuto nella capitale irachena dall'inizio dell'anno.Le milizie dell'Isis sarebbero anche responsabili dell'attacco a una postazione dell'esercito nella zona di Abu Ghraib, a ovest di Bagdad, che hanno occupato temporaneamente uccidendo nel corso dell'assalto almeno otto membri del personale delle forze di sicurezza presenti.(Immagini Afp)