Roma, (askanews) - Un bambino "giustiziato a sangue freddo" da soldati dell'esercito iracheno perchè ritenuto un jihadista dello Stato Islamico (Isis). E' quanto sostiene la tv satellitare al Arabiya, che pubblica il video choc interrompendo il filmato prima del momento della presunta esecuzione "per la brutalità delle immagini".Nel filmato si vede il bambino di 11 anni, con le mani legate dietro la schiena, circondato da un gruppo di soldati presumibilmente dell'esercito iracheno.L'episodio sarebbe avvenuto durante una operazione militare contro i jihadisti nella provincia di Diyala a Nord est di Baghdad, come ha affermato, Mustafa Saadun, direttore dell'Osservatorio iracheno per i diritti umani."Il ragazzo ha preso parte ad operazioni contro l'esercito e contro dei civili - ha detto Saadun - ma questo non giustifica che sia stato ucciso in questo modo. Tutte le leggi internazionali vietano l'esecuzione di minorenni".