Port Asalouyeh, Iran (askanews) - Il presidente della Repubblica islamica iraniana Hassan Rohani ha assicurato che il paese è sul punto di entrare in un anno di prosperità economica dopo che il suo governo è riuscito a mantenere la promessa di far revocare le sanzioni internazionali, imposte a Teheran a causa del suo controverso programma nucleare. Lo sblocco della situazione è stato raggiunto a seguito dell'accordo dello scorso luglio con le potenze internazionali e che dovrebbe entrare in vigore tra pochi giorni.Rohani parlando nei pressi di Bushehr, città portuale del sud sul Golfo Persico, nel corso di un discorso trasmesso dalla televisione di Stato ha promesso alla nazione iraniana che il prossimo anno, senza più sanzioni e grazie agli sforzi dei giovani, sarà un anno di grandi successi economici."Nonostante tutte le difficoltà che abbiamo patito lo scorso anno, la crescita economica sarà positiva" ha detto il presidente della Repubblica islamica. "Garantisco alla nazione iraniana che il prossimo anno, con le sanzioni ormai alle spalle e grazie all'impegno dei nostri giovani, sarà un anno di prosperità economica. Dobbiamo trovare unità d'intenti grazie a elezioni libere e oneste che dovranno svolgersi correttamente", ha concluso Rohani.Il riferimento è alle elezioni del 26 febbraio in cui gli alleati moderati di Rohani contano di allargare la loro rappresentanza in Parlamento.(Immagini Afp)