Teheran (TMNews) - Hassan Rohani si è insediato come nuovo presidente dell'Iran e il suo primo discorso ufficiale appare come un messaggio all'Occidente, al tempo stesso fermo nei toni, ma anche possibilista su un confronto che non deve necessariamente essere muscolare."La sola via - ha detto Rohani al Parlamento di Teheran - per confrontarsi con l'Iran è attraverso negoziati paritari, con la costruzione di una fiducia reciproca, mutuo rispetto e minore ostilità".Il neo presidente ha abbandonato i toni apocalittici cari al suo predecessore Ahmadinejad, ma ha ribadito al mondo la propria opposizione alle sanzioni."Se volete avere una risposta - ha aggiunto Rohani rivolgendosi direttamente alla comunità internazionale - non parlate con l'Iran il linguaggio delle sanzioni, bensì quello del rispetto".Da Teheran una mano, seppur timidamente, sembra essere stata tesa, anche se molta strada è ancora da fare e lo scoglio nucleare resta in tutta la sua pericolosità.