Teheran (askanews) - "Si è chiusa l'era dello scontro", così il presidente Hassan Rohani ha commentato il risultato delle elezioni legislative in Iran."La gente ha detto chiaramente che vuole moderazione, non l'estremismo, e a una voce ha dichiarato che vuole interazione con il mondo, non lo scontro e che vuol risolvere i problemi con il mondo in una logica di dialogo, al tavolo delle trattative", ha detto Rohani commentando il voto che ha visto i riformatori e i loro alleati moderati guadagnare consensi."Gli elettori iraniani hanno scelto il percorso giusto e corretto per il Paese - ha detto - i proprietari di questo paese sono le persone; loro ne determinano il percorso e la direzione. Ringrazio la nostra gente intelligente e coraggiosa che ha fatto un passo in avanti".Incoraggiato dal nuovo sostegno dei riformisti al governo, il presidente ha sollecitato uno spirito di collaborazione tra i parlamentari di ogni area politica."Quello di cui il Paese ha bisogno - ha aggiunto - è una crescita dell'8%. Ma naturalmente, per un Paese che ha avuto una crescita negativa nel 2012 e nel 2013 e vuole superare la sua crisi interna, non sarà un compito facile."Se c'è ancora chi pensa che il Paese debba scontrarsi con altri non ha ancora recepito il messaggio del 2013", ha detto Rohani, alludendo alla sua schiacciante vittoria alle elezioni presidenziali sull'impegno a porre fine ad anni di stallo sul programma nucleare iraniano. "La cooperazione - ha concluso - dovrebbe essere una preoccupazione di tutti".(Immagini Afp)