Teheran (askanews) - I moderati e riformisti Rohani e Rafsanjani in testa e si profila una sconfitta per i conservatori. Il presidente iraniano e il suo alleato sono in vantaggio a Teheran nello spoglio dei votiper l'Assemblea degli Esperti, il comitato che elegge la guidaSuprema. Degli 88 seggi dell'Assemblea, 16 sono riservati aglieletti di Teheran: stando ai dati parziali diffusi dai mediairaniani, Rafsanjani ha ottenuto 692.000 voti e Rohani 652.000 su1,5 milioni di schede scrutinate.Tra i primi 16 nomi figurano anche due grandi religiosiconservatori, che hanno sempre assunto posizioni ostili airiformatori: al decimo posto l'ayatollah Ahmad Jannati, capo delConsiglio dei Guardiani della Costituzione, al dodicesimo l'ayatollahMohammad Yazdi, capo dell'Assemblea degli esperti.Secondo il ministero dell'Interno sono stati 3,9 milioni glielettori della provincia di Teheran, su complessivi 8,5 milioni,a recarsi alle urne, per un'affluenza del 45% per la provincia.Nella sola Teheran l'affluenza è stata del 42% mentre in tutto ilPaese è stata di circa il 60%.I risultati definiti devono essere annunciati domenicadall'Assemblea degli Esperti.