Teheran (TMNews) - L'Iran accetterà di "contribuirein qualche modo" alla lotta contro le milizie jihadiste sunnitedello Stato Islamico in Iraq in cambio di "qualche concessione"nei negoziati sul nucleare in corso con le grandi potenze: lo haaffermato il ministro degli Esteri iraniano, Mohammad Zarif."Ciò che dovremmo fare in Iraq non è ancora chiaro, così comequel che dovrebbero fare in cambio (le grandi potenze, ndr),questa è la parte difficile", ha spiegato Zarif sottolineandocome siano stati già avviati dei contatti con alcuni Paesieuropei per delle iniziative comuni.Zarif ha tuttavia chiesto di nuovo la revoca di tutte le sanzioni economiche imposte dall'Onu, dagli tati Uniti e dall'Unione Europea: "Se mai si dovesse giungere ad n accordo, si tratterà di una misura indispensabile".Il prossimo round di negoziati dovrebbe tenersi il mese prossimo, con un incontro fra Zarif e il responsabile della politica estera dell'Ue, Catherine Ashton; le trattative dovrebbero poi proseguire con degli incontri bilaterali - per i quali non vi è alcuna data - e a margine dell'Assemblea generale dell'Onu, che si aprirà il 16 settembre.