Sharm El-Sheikh (Egitto) (askanews) - I negoziati sul programma nucleare iraniano stanno compiendo dei "progressi", ma restano ancora "lacune importanti da colmare", secondo quantodichiarato da Sharm El-Sheikh dal segretario di stato americano John Kerry."L'obiettivo non è di arrivare a un accordo qualsiasi, ma a un accordo giusto", ha detto Kerry ribadendo che non sarà consentito all'Iran di possedere l'arma nucleare.A margine della Conferenza economica internazionale sull'avvenire dell'Egitto, il segretario di stato americano, che lunedì sarà in Svizzera per un nuovo round di discussioni con Teheran, ha anche parlato della questione Mediorientale, in vista delle elezioni di martedì 17 in Israele."Il presidente Obama si considera impegnato verso la soluzione dei due stati e continua a sperare che, quale che sia la scelta del popolo israeliano, si possa andare avanti negli sforzi di pace", ha aggiunto il capo della diplomazia americana.John Kerry fu l'artefice tra luglio 2013 e aprile 2014 della ripresa dei negoziati diretti tra Israele e Palestinesi. Nonostante gli sforzi, i colloqui si sono arenati, soprattutto a causa dell'ininterrotta colonizzazione israeliana nei Territori palestinesi.Immagini AFP