Il tecnico ha detto che il portiere avversario, sui tiri, si trovava sempre la palla in mano