Roma, (askanews) - "Noi non siamo quello che la vita ci ha fatto. Noi siamo quello che stiamo per fare della nostra vita": è il messaggio che campeggia nel video in cui il Gruppo Sportivo Paralimpico della Difesa si racconta in vista degli Invictus Games 2016, i giochi internazionali paralimpici dedicati ai militari che hanno contratto disabilità permanenti in servizio o per causa di servizio, che si svolgeranno dall 8 al 12 maggio a Orlando, in Florida.Gli atleti in partenza per gli Invictus Games negli Usa sono 17, accompagnati anche dall'hashtag #IoNonMiArrendo, e provengono da Esercito, Marina, Aeronautica ed Arma dei Carabinieri. Saranno 10 le discipline in programma per questa seconda edizione dei giochi: tre di squadra (basket e rugby in carrozzina e sitting volley) e sette individuali, tra cui nuoto, tiro con l'arco e atletica, per un tabellone che vede in gara circa 600 atleti provenienti da 15 diversi Paesi tra cui Stati Uniti, Inghilterra, Olanda, Afghanistan, Estonia, Canada, Australia.Il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, ha salutato gli atleti consegnandogli la bandiera italiana.