Innsbruck (askanews) - Austria, Germania e Italia "si sono messi d'accordo perché nella politica migratoria vogliamo riportare ordine. Il punto più importante è difendere le frontiere e questo è compito dei governi eletti in modo democratico". Così il ministro dell'Interno tedesco, Horst Seehofer, ha riassunto il risultato del vertice insieme ai ministri dell'Interno austriaco Herbert Kickl e italiano Matteo Salvini.

"Esprimo grande soddisfazione perché le proposte italiane potranno diventare proposte europee, riduzione delle partenze, riduzione degli sbarchi e riduzione dei morti e quindi riduzione dei problemi e dei costi economici e sociali di una immigrazione che non siamo più in grado di sostenere".

Un'intesa che si basa sul principio di limitare l'accoglienza solo a "chi scappa davvero da una guerra" e ha "necessità di protezione", bloccando gli ingressi ai migranti economici. Principi che dovranno trovare un'applicazione pratica superando le divergenze fra i tre Paesi.