Roma, (askanews) - Un inseguimento vero e proprio per le vie del centro di Brescia con ripetuti temponamenti, dopo un futile diverbio. La polizia di Brescia ha arrestato per lesioni aggravate un bresciano che ha inseguito a lungo, a velocità sostenuta a bordo della sua Toyota Yaris nera, una Honda Jazz bianca a bordo della quale c'era un padre con due bambini, di due e quattro anni.L'uomo, secondo la polizia, abituale consumatore di hashish, già pregiudicato per danneggiamento all'interno di un bar e guida in stato di ebbrezza, è stato segnalato alla sala radio della Questura dal conducente della Honda Jazz, impaurito.Una volta arrivato a piazza Arnaldo, il papà ha iniziato a fare dei giri intorno alla aiuola centrale con la sua auto, fino a quando, a seguito di un violento tamponamento, si è fermata. A quel punto il conducente della Yaris è sceso e ha iniziato a inveire contro l'uomo, incurante del fatto che all'interno della sua auto ci fossero due bambini che piangevano terrorizzati.Poco dopo è intervenuta la polizia; il papà e i figli sono stati accompagnati al pronto soccorso in codice verde: per lui una prognosi di 7 giorni per una distorsione cervicale, per i bambini una prognosi di 4 giorni.