Roma, (askanews) - Un cittadino pachistano, accusato di associazione a delinquere con finalità di terrorismo, per avere inneggiato alla violenza, alla jihad e al martirio tramite i suoi due profili Facebook, è stato arrestato a Mantova dai poliziotti della Digos di Enna.L'operazione antiterrorismo segue alcuni disordini scoppiati nell'ottobre 2014 in un centro di prima accoglienza a Piazza Armerina (En), dove il pachistano arrestato risiedeva come "leader" della locale comunità pachistana.Nel corso dell'operazione, numerose perquisizioni sono state eseguite inoltre nelle province di Mantova, Enna, Prato, Milano e Como.