Roma, (askanews) - Un gruppo di sospetti islamisti armati ha attaccato una delle principali basi dell'aviazione indiana nei pressi del confine con il Pakistan, nello stato settentrionale del Punjab. Nell'attacco, considerato tra i più gravi di questo genere negli ultimi anni, sono morti almeno due militari e i quattro assalitori.Il commando era formato da quattro uomini armati sospettati di appartenere al gruppo Jaish-e-Mohammed, gruppo bandito in Pakistan, che combatte contro le autorità indiane nella regione contesa del Kashmir.Gli estremisti islamici si sono introdotti nella base di Pathankot indossando uniformi militari. L'attacco arriva a una settimana dalla visita a sorpresa in Pakistan del primo ministro indiano Narendra Modi, la prima di un premier indiano negli ultimi 11 anni. E ora l'attacco potrebbe incrinare le trattative di pace agli albori tra i due Paesi.