India, (TMNews) - Violentate più volte dal gruppo e poi impiccate a un albero, mentre erano ancora vive. È la tragica fine delle due cugine di 15 e 16 anni uccise nel villaggio di Baduan, nello stato indiano dell'Uttar Pradesh. Tutti i cinque sospettati dell'omicidio sono stati arrestati, tra loro ci sono due agenti di polizia, uno è accusato anche di negligenza. Il padre di una delle vittime ha raccontato di essere stato ridicolizzato e maltrattato dai poliziotti ai quali aveva chiesto aiuto per ritrovare le adolescenti scomparse: "Quando sono andato al commissariato la prima cosa che mi hanno chiesto è stata la mia casta, poi hanno cominciato a maltrattarmi - ha detto - non hanno agito per ore, avrebbero potuto salvare due giovani vite"."Vogliamo la pena capitale per gli accusati. Vogliamo solo che siano impiccati in pubblico" dice la madre di una delle vittime.Il governatore dell'Uttar Pradesh ha auspicato un'inchiesta federale sul caso. La famiglia ha chiesto un'inchiesta indipendente: hanno poche speranze di avere giustizia poiché i responsabili appartengono alla stessa comunità del governatore.(immagini Afp)