Bombay, (TMNews) - E' salito a 45 morti il bilancio del crollo di un palazzo in costruzione avvenuto ieri sera a Tahne, alla periferia di Bombay, la capitale economica dell'India. Lo hanno reso noto le autorità. I soccorsi hanno lavorato senza sosta l'intera notte per liberare i superstiti dalle macerie. Due bambini di pochi mesi sono stati estratti vivi sotto gli occhi increduli degli astanti. "Il bilancio è ormai di 45 morti e 69 feriti", ha dichiarato Sandeep Malvi, portavoce del comune di Thane, 35 chilometri da Bombay.L'edificio di sette piani è crollato come un castello di carte ieri sera. Le vittime sono gli operai e le loro famiglie che vivevano nel cantiere. I crolli di edifici sono frequenti in India dove palazzi a più piani vengono costruiti senza rispettare le norme di sicurezza e talvolta anche senza l'autorizzazione. Secondo fonti del comune, anche quello crollato ieri a Thane non era autorizzato. Nel novembre 2010, 69 persone erano morte e più di 80 erano rimaste ferite a Nuova Delhi per il cedimento di uno stabile in costruzione.