Roma, (askanews) Michael Slager, poliziotto di North Charleston, South Carolina, è stato incriminato ufficialmente da un gran giurì per l'omicidio di Walter Scott, il 50enne afroamericano ucciso con diversi colpi alla schiena mentre fuggiva disarmato da un agente, lo scorso 4 aprile, dopo un semplice controllo per un fanalino rotto della sua auto.Slager, avrebbe colpito con "cattiveria" e "premeditazione", due elementi considerati determinati e ora è stato posto formalmente in stato di accusa.A incastrarlo lo scorso aprile era stato un video inviato da un testimone e in cui si vedeva il poliziotto che sparava diverse volte all'uomo colpendolo da dietro. Slager finirà sotto processo e se ritenuto colpevole rischia 30 anni di carcere senza condizionale.L'agente, arrestato e cacciato dalla polizia subito dopo il fatto, prima della diffusione del video aveva dato la sua versione, secondo cui Scott lo aveva aggredito e si era impossessato del suo Taser. La Procura ha detto che il procedimento è solo all'inizio, ma preparerà con cura il caso che potrebbe diventare un nuovo simbolo per la comunità afroamericana e per le minoranze vittime di abusi.(Immagini Afp)