Surabaya (askanews) - A Surabaya i familiari delle vittime della sciagura aerea del volo AirAsia 8501, inabissatosi nel Mar di Giava il 28 dicembre 2014 mentre era in rotta per Singapore, hanno cominciato a seppellire i primi corpi recuperati.Finora il mare ha restituito solo 43 delle 162 vittime dell'incidente mentre continuano senza sosta le ricerche nel tratto di mare dove sono stati individuati alcuni resti dell'Airbus 320 indonesiano, scomparso dai radar poco dopo il decollo da Surabaya, dopo che il pilota aveva chiesto di poter salire di quota per evitare una forte turbolenza.I sommozzatori hanno individuato e raggiunto la coda del relitto ma non hanno potuto ancora recuperarla né verificare se contenga ancora i flight data recorder, le cosiddette scatole nere, che - una volta esaminate - potrebbero aiutare gli investigatori a fare luce sulle cause della sciagura.(Immagini Afp)