Choco (askanews) - Miracolo nella giungla colombiana: una giovane madre e il suo bambino sono stati ritrovati sani e salvi 5 giorni dopo lo schianto del piccolo aereo sul quale viaggiavano.La 18enne Nelly Murillo e il suo bambino di nemmeno un anno, erano gli unici passeggeri del bimotore Cessna 303, in volo tra le città di Nuqui e Quibdo, nel dipartimento di Choco. Il pilota è morto a seguito dell'incidente, avvenuto sabato scorso."Urlavo tantissimo ma non mi sentiva nessuno - ha raccontato la giovane - sono scesa fino al fiume per poter bere un po' d'acqua e poi ho seguito il corso cercando un punto dove non fosse tanto profondo per poterlo attraversare, tenendo in alto il mio bimbo per evitare che annegasse"."Maria è in buone condizioni - ha spiegato il colonnello Hector Carrascal, comandante delle forze aeree colombiane per il dipartimento di Antioquia - ha dovuto lasciare il suo piccolo con i parenti a Quibdo ma sta bene anche se ha delle piccole ustioni che devono essere trattate in ospedale. E' un miracolo, la zona dov'è stata trovata è molto selvaggia e l'incidente è stato catastrofico"I soccorsi, dopo aver individuato il relitto dell'aereo, hanno cominciato a cercare nella giungla dopo aver verificato che nella carlinga non c'erano i due passeggeri. Quando le speranze erano ormai perse e i soccorritori si preparavano ad abbandonare le ricerche, hanno trovato la donna e il bambino, quasi indenni.(Immagini Afp)