Dacca, (TMNews) - A Dacca, in Bangladesh, un incendio scoppiato all'interno di un laboratorio tessile ha ucciso 7 persone. Le vittime sono morte tutte soffocate, bloccate dalle fiamme nell'officina che si trova al terzo piano di un palazzo fatiscente. L'ennesima tragedia del lavoro a solo due settimane dall'ecatombe causata dal crollo di un edificio di 8 piani in cui c'erano diversi laboratori tessili: le vittime sono oltre 900 e il bilancio non è ancora definitivo. Una tragedia che ha suscitato sgomento e polemiche per le condizioni di lavoro di questi operai spesso al lavoro per aziende occidentali. Le autorita sono quindi intervenute decidendo la chiusura di 18 fabbriche nellacapitale e a Chitagong, seconda citta nel Paese, dopo essersiimpegnate con l'Organizzazione Internazionale del Lavoro adadottare delle misure immediate per la sicurezza nelle officine. Una decisione presa solo 24 ore prima dell'incendio che ha ucciso per l'ennesima volta lavoratori innocenti.