Roma, (askanews) - Prima disfatta in 16 anni del Partito Socialista Unificato del Venezuela. Il presidente Nicolas Maduro ha riconosciuto la sconfitta alla elezioni legislative.In un discorso televisivo, l'erede di Chavez si è rivolto alla popolazione. "Siamo venuti qui per riconoscere dei risultati avversi, per accettarli e per dire al Venezuela che la costituzione e la democrazia hanno trionfato" ha detto Maduro, riconoscendo che l'opposizione ha guadagnato una netta maggioranza dei due terzi.Di fatto per Maduro e il suo partito è stata una vera e propria disfatta, con l'opposizione che ha conquistato 99 seggi su 167. A vincere è stato il Mud, la Tavola dell'Unità democratica, in realtà una coalizione molto disomogenea, composta da circa una trentina di partiti che in comune avevano e hanno soltanto un obbiettivo: quello di sconfiggere il chavismo.La loro vittoria potrebbe definitivamente chiudere la lunga stagione del chavismo nel Paese, anche se resta da vedere se e quali misure prenderà il presidente Maduro per limitare i poteri di un Parlamento in cui è costretto a trovarsi in minoranza.