Roma, (askanews) - Con un video registrato in un luogo segreto e che non porta alcuna data, Al Qaida nello Yemen ha rivendicato l'attentato che ha massacrato la redazione di Charlie Hebdo il 7 gennaio scorso. "Degli eroi sono stati reclutati e hanno agito", ha detto unodei leader dell'organizzazione, Nasser Ben Ali al-Anassi, riferendosi ai fratelli Kouachi."Noi, al Qaida nella penisola arabica (Aqpa), rivendichiamo la responsabilità di questa operazione per vendicare il messaggero di Allah", ha aggiunto nel filmato postato su un sito islamista."Siamo stati noi a scegliere l'obiettivo, a finanziare l'operazione e a reclutare il suo capo - ha detto al-Anassi - l'operazione è stata condotta su ordine del nostro emiro Ayman al-Zawahiri e nel rispetto dalla volontà postuma di Osama bin Laden".(immagini Afp)