Ankara, (TMNews) - In fuga dalla violenza e dalle atrocità dei radicali dell'Isis. Decine di migliaia di curdi hanno lasciato la Siria nelle ultime ore e si sono riversati in Turchia. Secondo l Onu sarebbero almeno 70mila i profughi che hanno attraversato le frontiere, dopo che venerdì Ankara ha deciso di aprire otto valichi. A scappare sono soprattutto donne, anziani e bambini.Le autorità turche inizialmente avevano chiuso la frontiera davanti alla nuova ondata di rifugiati e centinaia di civili erano stati fermati al confine dalle forze di sicurezza. Poi Ankara ha aperto le frontiere nonostante affermi di ospitare già oltre un milione di profughi. Una tragedia umanitaria di proporzioni bibliche, ma che non sembra avere una fine a breve termine. La parte meridionale della Turchia confina con la Siria settentrionale, una zona controllata in larga parte dai curdi siriani che si oppongono sia al regime siriano di Bashar al Assad che alle milizie dello Stato Islamico.(immagini AFP)