Bangkok (TMNews) - In Thailandia i militari hanno preso il potere politico anche formalmente. Il generale Prayut Chan-O-Cha, a capo della giunta al governo dopo il colpo di Stato di maggio, è stato nominato primo ministro.Un'elezione scontata, con 191 favorevoli e 3 astensioni, da parte di un parlamento dominato dai militari. Il generale, unico candidato, ha guidato l'esercito che ha spodestato il governo democraticamente eletto, nel 19esimo colpo di Stato della storia thailandese. Prayut è un grande oppositore dell'ex premier in esilio Thaksin Shinawatra, fratello di Yingluck, sollevata dall'incarico di primo ministro col golpe di maggio. Uno degli obiettivi della nuova giunta al governo è proprio quello di limitare il potere della famiglia Shinawatra. La giunta ha anche stabilito che prima del 2015 non ci saranno elezioni, nonostante gli appelli di Europa e Stati Uniti ad un ritorno alla democrazia.(Immagini Afp)