Palermo, (TMNews) - Ritenute non versate per 17 milioni di euro, 1,4 miliardi di euro di imposte dirette non pagate, Iva evasa per 233 milioni di euro e 784 evasori totali che non pagavano neanche un euro di tasse. Sono i numeri dell'evasione in Sicilia nel 2012, diffusi dalla Guardia di Finanza alla presentazione del suo bilancio annuale.Le Fiamme Gialle hanno anche scoperto frodi comunitarie per oltre 48,7 milioni di euro, con finanziamenti indebiti per 40,4 mln, mentre 8,3 milioni sono stati bloccati prima di essere concessi. Tutti reati che creano un doppio danno, al patrimonio e alle aziende oneste come sottolinea Fabrizio Cuneo, comandante regionale della Gdf siciliana."Il nostro obiettivo principale no è anche garantire le imprese lecite, vogliamo essere il punto di riferimento del cittadino e dell'imprenditore onesto"."Noi - ha concluso Cuneo - vogliamo essere sempre di più il punto di riferimento dell'imprenditore onesto".