Augusta (TMNews) - Minori migranti in fuga dai centri d'accoglienza straordinari di tutta la Sicilia, da Messina ad Augusta nel Siracusano. Qui, dall'inizio dell'anno, il Comune ha dovuto gestire l'accoglienza per 1.700 ragazzi smistandoli in strutture a disposizione per l'emergenza: palazzetti dello sport, case di cura per disabili mentali o scuole dismesse: "Non mi piace vivere in questo posto, spero che verremmo trasferiti in un centro migliore" dice questo ragazzoNella scuola "Verdi" di Augusta, in pieno centro, si trovano 150 minori provenienti dal Mali, Eritrea, Nigeria e Egitto. La struttura verrà riqualificata assicura il commissario prefettizio del Comune Maria Carmela Librizzi: "E' previsto già un finanziamento europeo, che prevede la realizzazione di lavori di riqualificazione. E' questi lavori inizieranno dopo l'estate."Intanto qui tutti si aggrappano al sogno della fuga, che ha come meta quasi sempre il Nord Europa: "Tra alcuni mesi andrò nel Nord Europa" afferma questo ragazzo. "La mia famiglia non è qui, la mia famiglia è in Germania" dice quest'altro. Il loro presente per ora è qui, in strutture d'emergenza da cui, nonostante gli sforzi di forze dell'ordine e volontari, questi ragazzi continuano a sognare di fuggire.