Quetta (askanews) - L'ultimo attacco in Pakistan ha colpito profondamente il Paese. Ancora una volta i terroristi hanno attaccato i giovani e l'istruzione, irrompendo armati in una università nella città di Charsadda. Sotto i colpi delle loro armi da fuoco sono morte 21 persone. In molti sono scesi in piazza per ricordare le vittime. Qui siamo a Quetta."Noi condanniamo fortemente gli attacchi a Chrsada - spiega Zain Ul Abdain Khiljji, politico - La nazione intera si è riunita per combattere chi ha intenzioni cattive qui sulla nostra terra pura. Noi sosteniamo l'esercito pakistano""Le intenzioni dei terroristi sono chiare, non hanno attaccato solamente gli studenti, hanno attaccato l'educazione - dice Naseer Khan, studente come le vittime dell'attentato - Noi rendiamo omaggio alle vittime. I terroristi non vinceranno".L'attacco all'università ha fatto ripiombare il paese nell'incubo del dicembre 2014, quando un commando attaccò una scuola a Peshawar uccidendo 150 persone,per la maggior parte scolari.