Gerusalemme (TMNews) - Migliaia di israeliani hanno riempito le strade di Gerusalemme di bandiere arcobaleno in occasione del Gay pride. La giornata dell'orgoglio omosessuale che si celebra in tutto il mondo per chiedere più diritti per tutti è stata una festa piena di musica e senza incidenti, nonostante l'opposizione dei vertici religiosi della maggior parte delle confessioni, dai cattolici agli ebrei ultraortodossi.Per il timore di provocazioni dei contestatori durante il percorso sono stati schierati centinaia di agenti, soprattutto per evitare contatti fra i 2.500 manifestanti e un gruppo di circa 150 ebrei ortodossi scesi in piazza per protestare contro il gay pride.Al di là delle ostilità delle comunità più estremiste, soprattutto in città a forte tasso di conservatori come Gerusalemme, Israele è considerato generalmente un Paese aperto nei confronti degli omosessuali; la legge che proibiva i rapporti sessuali fra persone dello stesso sesso fu abolita nel 1988.