Milano, (TMNews) - Sono finiti agli arresti il patron della Nocerina Calcio, Giovanni Citarella, il fratello Christian, il cognato Alfonso Faiella: l'accusa a loro carico è di associazione a delinquere finalizzata all'emissione di fatture false ed alla fittizia intestazione di beni, mentre altre 136 persone risultano indagate a vario titolo.A eseguire le operazioni il Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Salerno che ha inoltre accertato pagamenti in nero di ingenti somme ai calciatori e dipendenti della Nocerina Calcio. E infatti l'inchiesta è partita due anni fa proprio dalla denuncia di smarrimento di cinque assegni per 50 mila euro da parte di un calciatore.Sono in corso perquisizioni domiciliari e sequestri di società, beni mobili ed immobili, disponibilità finanziarie per centinaia di milioni di euro a fronte di un'evasione di imposta quantificato in 34 milioni di euro. Sotto sequestro anche il 42% del Nocerina Calcio, intestato a Giovanni Citarella.