Pretoria, (TMNews) - Oscar Pistorius prende per la prima volta la parola al processo che lo vede imputato per l'omicidio della fidanzata, la modella Reeva Steenkamp.Rievocando in aula di tribunale a Pretoria la tragedia della mattina di San Valentino del 2013, l'atleta paralimpico sudafricano ha rivelato di essere sotto farmaci e di soffrire di "terribili incubi". "Mi sveglio la notte con l'odore del sangue", ha testimoniato in lacrime, "Voglio approfittare dell'occasione per chiedere scusa ai signori Steenkamp. (...) Ho provato a buttare giù le mie parole su un foglio, ma le parole non saranno mai sufficienti".June Steenkamp, madre di Reeva, è rimasta impassibile alle parole di Pistorius. L'atleta, che ha sempre sostenuto che credeva di sparare a un ladro nella tragica circostanza in cui ha ucciso la fidanzata con quattro colpi, ha proseguito: "Tentavo solamente di proteggere Reeva, voglio che la gente sappia che la amavo quando è andata a dormire quella sera".L'atleta, 27 anni, ha messo a verbale di aver ucciso per errore la modella 29enne alle 3.17 la mattina del 14 febbraio 2013, scambiandola per un ladro nascosto nel bagno. L'accusa crede al contrario che l'abbia uccisa consapevolmente.