Kentucky (TMNews) - Gli abitanti del Kentucky hanno dichiarato guerra al bourbon. Nessuna nostalgia del proibizionismo, il problema in questa regione del Sud degli Stati Uniti regina del whiskey di mais è la cosiddetta "parte degli angeli", nome evocativo per quella percentuale di whiskey che durante la lavorazione evapora e va verso il cielo."L'etanolo è invisibile e non ha odore ma è ovunque nei giardini. Si posa sui muri delle case e provoca questa specie di muffa" spiega l'avvocato William McMurry che sostiene le ragioni di chi ha deciso di denunciare i produttori di bourbon. Li accusano di non fare niente per risolvere il problema, quando in realtà esistono in circolazione dei sistemi per catturare l'etanolo. Le aziende controbattono che la spesa sarebbe enorme e metterebbe a rischio i posti di lavoro. Dalla diatriba per ora ne escono vincitrici le società di pulizie, come quella di Mark West. "Le persone sono orgogliose delle loro distillerie in Kentucky - dice - sono patrimonio di tutti. Qui d'altronde siamo conosciuti solo per due cose: i cavalli e il bourbon".(immagini Afp)