Roma, (askanews) - Da noi sono i 18 anni, ma in Giappone si festeggia il raggiungimento della maggiore età a 20 anni e per i ragazzi è un avvenimento importantissimo da celebrare tutti insieme.E' per questo che ogni anno, i giapponesi che hanno compiuto o compiranno la fatidica età tra l'aprile dello scorso anno e quello dell'anno appena iniziato, si ritrovano il secondo lunedì di gennaio per il "Seijin no hi", la festa della maggiore età.Una festa antica, che risale almeno al 714 d.C., quando un giovane principe indossò abiti nuovi e tagliò i capelli in occasione del suo compleanno, e fa parte della tradizione del Paese del Sol Levante. Un tempo aveva carattere solenne, con rituali particolari, al giorno d'oggi a parte gli elegantissimi kimoni indossati dai ragazzi, le preghiere ai templi e i discorsi delle autorità locali che si congratulano con i "nuovi adulti", è diventata molto mondana, con spettacoli, intrattenimento e per molti una bella giornata di divertimento a Disneyland.