Offenbach (askanews) - L'integrazione passa anche per il pallone. Il presidente della Federazione calcistica tedesca ha visitato a Offenbach il centro di accoglienza per rifugiati in attesa di ottenere l'asilo politico, per lanciare un messaggio chiaro di apertura. Si è disputata una partita amichevole tra le riserve della nazionale tedesca e la Refugees United, una squadra composta da rifugiati afghani, iraniani e africani che milita nella categoria dilettanti."Noi dobbiamo mandare un segnale deciso alla nostra base, con questa iniziativa ribadiamo che i rifugiati saranno accolti a braccia aperte. Calciatori come Boateng e Khedira che ce l'hanno fatta, devono essere un esempio per i giovani" ha detto Wolfgang Niersbach.In momenti di tensione e di diffidenza verso gli immigrati, un bel gesto di solidarietà.(immagini AFP)