Parigi (askanews) - Dalla guerra ai banchi di scuola. Per un centinaio di rifugiati siriani, afgani e sudanesi arrivati in Francia l'occasione di ricominciare una nuova vita è arrivata grazie all'ESCP Europe, una delle scuole di business più antiche e prestigiose al mondo. I profughi o richiedenti asilo, che sono stati selezionati grazie alla collaborazioni con diverse associazioni, avranno l'occasione di accedere gratuitamente ad un'istruzione di alto livello. In sei mesi avranno diritto a 21 ore di corsi a settimana, francese intensivo, un po' di inglese e storia.

"Cominciamo con una grande scuola come questa. E' una buona chance per continuare a studiare", dice Nazar rifugiato sudanese, emozionato e sorridente insieme ai suoi colleghi al primo giorno di scuola.

L'iniziativa è stata un'idea di un'associazione studentesca, di cui Théo Scubla è il cofondatore. "Sono persone che hanno una considerazione molto bassa di loro stessi, in una sorta di declassamento automatico. E questo è anche l'obiettivo del programma, di permettere alle persone di uscire da questa idea, di ridefinire i loro progetti, di riprendere fiducia e concretizzare tutto questo".