Roma, (askanews) - In Brasile il presidente della Camera dei deputati, che aveva annullato lunedì il voto del 17 aprile che aveva dato inizio al processo di destituzione di Dilma Rousseff, ha cambiato idea e ha approvato il procedimento di impeachment. Waldir Maranhao spiega perché è tornato sulla sua decisione e risponde alle accuse del presidente del Senato Renan Calheiros, che l'ha accusato di giocare con la democrazia: "So che questo è un momento delicato, un momento nel quale abbiamo il dovere di salvare la democrazia dal dibattito. Non stiamo giocando, non giocheremo mai con la democrazia".Maranhao aveva creato il caos, decidendo a sorpresa di annullare il voto del 17 aprile che aveva dato inizio al processo di destituzione.Una decisione che ha fatto precipitare Brasilia nella totale confusione. E mentre i sostenitori di Rousseff esultavano, la stessa presidente invitava alla cautela.A riportare un po' d'ordine ci ha provato così il presidente del Senato Renan Calheiros, ordinando di proseguire con il processo per la destituzione del capo dello Stato. Una presa di posizione che ha provocato le vane proteste dei senatori di sinistra, che richiedevano una sospensione del processo di impeachment. Il procedimento però va avanti, salvo interventi del Tribunale supremo federale.