Siracusa, (TMNews) - Oltre 1.500 migranti sono sbarcati al porto commerciale di Augusta dalle navi della Marina Militare San Giusto e Sirio, rispettivamente con 1.163 e 340 persone. In totale sono stati 5.200 gli immigrati sbarcati tra Augusta e Pozzallo in 72 ore, mentre sono due gli scafisti arrestati. Il comandante di Nave San Giusto, Mario Mattesi: "Considerando che un gommone porta in media 100 persone ecco come siamo arrivati a 1.163."Considerate le buone condizioni climatiche e il dispositivo di salvataggio Mare Nostrum è evidente che gli sbarchi continueranno ad aumentare. Il portavoce dell'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati Carlotta Sami: "Se non ci fosse Mare Nostrum dovremmo intervenire per raccogliere morti probabibilmente, come è successo ad ottobre". "E' necessario che ci sia un approccio europeo alla situazione, non può essere soltanto l'Italia con le strutture che ci sono a far fronte a tutto questo".Emergenza anche nelle strutture d'accoglienza che non riescono a contenere questa nuova ondata di flussi migratori. E di cui la comunità di Siracusa se ne fa carico, come evidenzia il commissario straordinario del comune Francesco Puglisi: "C'è necessità di un maggiore intervento anche dall'alto per poter dirottare anche eventualmente in altre sedi questi sbarchi". Solo ad Augusta infatti sono al momento 350 i minori non accompagnati ed è difficile trovare strutture adeguate.