Catania (askanews) - Stanno bene e godono di buona salute i tre neonati venuti al mondo nella notte tra martedì 4 e mercoledì 5 ottobre 2016 a bordo della Nave Dattilo della Guardia costiera italiana dopo che aveva tratto in salvo oltre mille migranti a bordo di 1 barcone e 3 gommoni al largo delle coste siciliane.

I bebé sono nati durante la navigazione verso il porto di Catania, grazie ai medici di bordo, assistiti dal personale sanitario del Corpo italiano di soccorso dell'Ordine di Malta.

Sono oltre 10mila i migranti tratti in salvo negli ultimi due giorni nel corso di 72 distinte missioni di soccorso, coordinate dalla Centrale Operativa della Guardia Costiera di Roma del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Nel corso delle operazioni sono stati recuperati anche 28 corpi senza vita.

Sull'emergenza migranti è intervenuto anche il segretario delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon che, in un'intervista di fine mandato sul quotidiano La Stampa ha affermato che per risolvere la crisi, nella quale l'Italia è in prima linea, è necessaria "una soluzione condivisa".

Ban Ki-moon ha sottolineato di condividere la visione di Renzi secondo cui "abbiamo bisogno di un approccio di lungo termine per gli ampi movimenti di popolazione, incluso affrontare i motivi alla radice".

(Immagini Afp)