Genova (askanews) - "I lavoratori - ha spiegato ad Askanews il segretario genovese della Fiom, Bruno Manganaro- hanno votato l'assemblea permanente in fabbrica a tempoindeterminato quindi sono fermi tutti gli impianti. Siamo usciti in strada -ha affermato- per chiedere un incontro vero con il governo alla presenza di un ministro e non con dei tecnici come ci stanno annunciando i fax e le lettere di queste ore"."Chiediamo -ha sottolineato Manganaro- il rispetto dell'accordo di programma ma sappiamo che il governo non lo vuol rispettare perché c'è la procedura di vendita. Il messaggio che manda è che nella procedura di vendita vuole avere le mani libere, non vuolecreare nessun vincolo ai privati. Lo sta facendo con noi ma -ha concluso il segretario della Fiom Cgil di Genova- lo farà anche a Taranto e a Novi Ligure quindi spero che anche i lavoratori di Taranto e Novi capiscano che ci stanno prendendo in giro".