Genova, (TMNews) - E' stato raggiunto in extremis, a poche ore dalla scadenza dei contratti di solidarietà, l'accordo sul futuro dei lavoratori dello stabilimento Ilva di Genova.L'intesa, siglata nella sede della Regione Liguria dai sindacati e dai vertici di Regione, Comune, Provincia, Autorità Portuale e della Società per Cornigliano, garantisce la continuità di occupazione e di reddito per i lavoratori attraverso la cassa integrazione in deroga, che interesserà 765 dipendenti dello stabilimento genovese.Soddisfatto dell'accordo il presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando perché era una vicenda molto complicata."E' evidente che, se non avessimo chiuso l'intesa oggi, domani avremmo avuto una tensione fortissima in città che ora è scongiurata. L'Ilva evidentemente era anche preoccupata di questo".Per chi lo volesse è prevista inoltre la possibilità di svolgere lavori di pubblica utilità per integrare il salario. I sindacati non nascondono però preoccupazioni per il futuro dell'azienda in cerca di un acquirente come sottolinea Il segretario genovese della Fiom Cgil Bruno Manganaro. "I problemi non sono finiti perché è chiaro che nelle prossime settimane e nei prossimi mesi bisognerà discutere del futuro dell'Ilva ma questo lo si farà senza la pistola alla testa".