Roma, (askanews) - Oltre 200 segnalazioni di sprechi di risorse pubbliche per quasi 420 milioni di euro. E' il bilancio delle attività degli ultimi 12 mesi presentato dalla Guardia di Finanza in Sicilia.La vigilanza sulla spesa pubblica si è concentrata sulle erogazioni alle imprese per 235 milioni di euro, segnalando frodi per 205 milioni; e sugli appalti e le forniture pubbliche per oltre 232 milioni di euro, con irregolarità per 46,5 milioni.Nella pubblica amministrazione, sono stati scoperti reati a carico di 409 persone, di cui 22 arrestate. I funzionari pubblici coinvolti sono 189, mentre il peculato accertato ammonta a oltre 4,3 milioni di euro; corruzione e concussione invece sono state quantificate in 368 mila euro.Nel contrasto agli interessi della criminalità organizzata, le indagini della Guardia di Finanza in Sicilia hanno riguardato 229 persone. I provvedimenti di sequestro 228 persone, per un valore complessivo di oltre 236 milioni euro.