Palermo (askanews) - Protetta da un'auto blindata e da due uomini armati. Il Viminale ha disposto la scorta per Lucia Borsellino, l'ex assessore regionale alla Salute della Sicilia e figlia del magistrato ucciso nella strage mafiosa di via D'Amelio.La decisione é stata presa dal Comitato per l'ordine e la sicurezza del Ministero dell'Interno, ma non si conoscono le motivazioni ufficiali, la misura di protezione sarebbe legata alle indagini sulla sanità e anche ai numerosi esposti presentati da Lucia Borsellino quando era assessore regionale.La figlia del magistrato antimafia si era dimessa dalla carica di assessore il 2 luglio scorso.