Roma, (askanews) - "Il Vaticano ha aperto un inchiesta sull'attico di Tarcisio Bertone, e ha già iscritto nel registro degli indagati due persone: Giuseppe Profiti, ex presidente del Bambin Gesù e manager vicinissimo al cardinale, e l ex tesoriere Massimo Spina". A rivelarlo è Emiliano Fittipaldi sull'Espresso.I giudici vaticani, scrive l'autore del libro "Avarizia", co-imputato nel processo vaticano sulla divulgazione di documenti riservati ('Vatileaks'), ipotizzano infatti reati gravissimi - "peculato, appropriazione e uso illecito di denaro", si legge nelle carte d'accusa - e "hanno già trovato i riscontri documentali che dimostrano che i lavori di ristrutturazione dell'appartamento sono stati pagati dalla Fondazione dell'ospedale pediatrico Bambin Gesù".Nel documento dei pm, precisa Fittipaldi, "non viene citato il nome di Bertone, ma difficilmente la Santa Sede potrà evitare un suo coinvolgimento diretto nello scandalo".L'apertura dell'indagine sull'attico ristrutturato di Bertone da parte della magistratura dello Stato pontificio, è stata confermata anche dal Vaticano.