Manila (TMNews) - Le Filippine devastate dal tifone Utor: nel nord dell'arcipelago la furia della natura ha provocano enormi danni e ha ucciso almeno una persona, ma decine risultano disperse. I venti soffiavano a oltre 200 km orari e hanno distrutto case e infrastrutture, lasciando dietro di sé scenari di distruzione e sconvolgimento. Utor è il peggior tifone che si è abbattuto quest'anno sulle Filippine e oltre ai crolli ha provocato anche inondazioni epocali. Sconvolgenti le immagini di una donna rimasta intrappolata nel tetto della propria abitazione trascinata alla deriva dalle acque. Forse una drammatica metafora dell'impotenza degli esseri umani nel momento in cui la natura scatena la propria violenza primordiale.