Milano (TMNews) - Ennesima, violenta, esondazione del fiume Seveso a Milano, che intorno alle tre della notte tra lunedì e martedì ha allagato il quartiere Niguarda arrivando fino a una parte del quartiere Isola. Gli abitanti di questa zona settentrionale della città, un'area vasta circa quattro chilometri, hanno trovato le strade in queste condizioni proprio nel giorno in cui la città ospita il vertice informale dei ministri dell'Interno dell'Unione europea. La polizia locale, insieme ai vigili del fuoco e con il supporto della Protezione civile, ha chiuso le vie più colpite, dove l'acqua è arrivata fino a 60 centimetri di altezza prima di iniziare a defluire, in tarda mattinata, nella rete fognaria. Chiusa anche la stazione "Istria" della nuova linea 5 della metropolitana. Decine di tecnici e operai sono intervenuti per liberare strade e cantine dall'acqua e l'azienda che gestisce la rete elettrica ha calcolato che poco più di duemila utenze sono rimaste senza luce. Fuori dagli argini anche il Lambro, ma in questo caso la situazione non ha creato disagi.