Roma (TMNews) - Niente a che vedere con lo stadio Bernabeu, distante migliaia e migliaia di chilometri. Ma di sicuro lo spirito con cui questi ragazzini si allenano su un campetto di calcio improvvisato, in una baraccopoli a Karachi, in Pakistan, è lo stesso dei campioni di calcio del Real Madrid. La Fondazione legata alla squadra di calcio madrilena, la Real Madrid Foundation, ha finanziato una scuola calcio in uno dei quartieri più poveri della città pakistana. E per i ragazzini come Mohammad Ashraf, di 13 anni, lo sport diventa una boccata d'ossigeno per lasciarsi alle spalle le condizioni di estrema povertà."Mi piace Cristiano Ronaldo perchè fa tanti goal e corre velocissimo. È il migliore della sua squadra e la sua nazione è orgogliosa di lui. Speriamo di diventare anche noi così bravi, così che la gente possa dire lo stesso di me, e possa portare un po' di orgoglio in Pakistan".Il destino per questi ragazzi è già segnato: seguire le orme dei padri nell'industria ittica. Molti di loro sono malnutriti, costretti a lavorare fin da piccoli. Ora, grazie al calcio per loro si apre un nuovo orizzonte."Questi bambini, domani, potranno andare all'estero e portare alto il nome del Pakistan - dice questo allenatore, Mohsin Shah - potranno contribuire allo sviluppo del calcio. Hanno solamente bisogno di sostegno. Se verranno offerte loro delle opportunità potranno andare all'estero e diventare come Ronaldo o Messi".Immagini: Afp