Parigi (askanews) - Sono tantissimi gli italiani che in vacanza a Parigi si sono ritrovati nel centro dell'orrore, in una città straniera sotto attacco e in preda al caos. Fra loro Giusy Nicosia, giornalista freelance a Parigi per un weekend lungo. Al momento degli attentati era in zona Saint-Germain-des-Prés, non lontano dall'XI arrondissement, uno dei quartieri sotto attacco. "Eravamo sotto la Senna, a pochi isolati da quelli in cui si è svolto tutto quindi non eravamo così distanti e il rumore delle sirene si sentiva dovunque", ha raccontato, contattata telefonicamente da askanews."Io ero in un ristorante, stavo cenando, improvvisamente ho cominciato a ricevere messaggi e ho notato che i tavoli si sono svuotati e quindi la gente è andata via, perché ha cominciato ad andare in panico, perché dalla strada in qualunque momento poteva entrare chiunque nel ristorante, in qualunque punto della città poteva capitare quello che stava già succedendo, la sicurezza non c'era da nessuna parte"."E' passata la polizia con le moto e con le macchine la cosa più strana è stata incontrare persone che non avevano più un posto dove andare a dormire".