Amsterdam, (TMNews) - Prima di incontrare i potenti della Terra al G7 dell'Aia, il premier giapponese Shinzo Abe si è voluto recare con una folta delegazione al museo di Anna Frank ad Amsterdam. Una visita dal carattere fortemente simbolico per archiviare una pagina che ha messo in imbarazzo il Paese del Sol Levante.Nelle scorse settimane oltre 300 di copie del "Diario" di AnnaFrank custodite nelle biblioteche pubbliche di Tokyo sono stateoggetto di atti di vandalismo. Episodi che hanno avuto una forte eco in Giappone e nel mondo acuendo le critiche verso il governo di Shinzo Abe, considerato "revisionista" sul passato militarista del Paese."Mi auguro che non si assista mai più a disgrazie come quelle accadute ad Anna Frank - ha detto il premier giapponese - mi impegno in prima persona a perseguire questo obiettivo di trasmettere le lezioni del passato alle generazioni future", ha concluso Abe.(immagini Afp)