Kiev, (TMNews) - Processare il deposto presidente ucraino Viktor Yanukovych davanti al Tribunale penale internazionale dell'Aia per aver represso nel sangue la rivolta di Kiev. È la richiesta avanzata dal Parlamento ucraino, che a larghissima maggioranza ha chiesto che Yanukovych e le altre figure chiave della ex leadership politica rispondano "dell'omicidio di massa" ai danni dei manifestanti, come crimine contro l'umanità. Da Kiev il capo della diplomazia dell'Unione europea, Catherine Ashton, ha chiesto alla Russia di dare assistenza all'Ucraina per risolvere la peggiore crisi dello Stato dopo l'indipendenza."E' molto importante che la Russia, in qualità di vicino importante, dia il suo sostegno per garantire che il Paese possa avanzare nella direzione che desidera". Supporto, ha chiarito la Ashton, non significa interferenza nel futuro del Paese. "Penso sia molto importante mandare un messaggio forte sull'integrità, l'unità e l'indipendenza dell'Ucraina" ha chiarito. Il Paese, intanto, guarda avanti: in attesa delle formazione del nuovo governo, il leader dell'opposizione ed ex campione di boxe Vitaly Klitschko ha annunciato la sua candidatura alla presidenza alle elezioni del 25 maggio prossimo. Probabilmente dovrà sfidare l'ex premier Yulia Tymoshenko, tornata in libertà dopo il carcere.(immagini Afp)