Roma, (TMNews) - Nuova mossa di Papa Bergoglio nella lotta alla pedofilia commessa da membri della Chiesa. L'aveva detto e ora lo mette in pratica: il Pontefice porta avanti la sua azione di "pulizia" e "tolleranza zero" nei confronti di preti pedofili a ritmo serrato. E all'indomani dell'arresto dell'ex nunzio in Polonia, monsignor Jozef Wesolowski, Bergoglio ha rimosso un vescovo in Paraguay, accusato, tra l'altro, di malversazioni e di aver coperto abusi sessuali compiuti da un sacerdote della sua diocesi.Si tratta di monsignor Rogelio Ricardo Livieres Plano, della diocesi di Ciudad del Este. Al suo posto il Papa ha nominato un "amministratore apostolico". "La gravosa decisione della Santa Sede, ponderata da serie ragioni pastorali, è ispirata al bene maggiore dell'unità della Chiesa di Ciudad del Este e alla comunione episcopale in Paraguay", si legge in un bollettino del Vaticano. Il Papa chiede al clero e all'intera chiesa in Paraguay di accogliere la decisione "con spirito di obbedienza, docilità e animo disarmato".