Roma, (askanews) - "Troppe volte non vi abbiamo accolto! Perdonate la chiusura e l'indifferenza delle nostre società che temono il cambiamento di vita e di mentalità che la vostra presenza richiede. Trattati come un peso, un problema, un costo, siete invece un dono". Lo ha detto Papa Francesco in un videomessaggio indirizzato ai migranti, in occasione del 35esimo anniversario del Centro Astalli, sede italiana del servizio dei gesuiti per i rifugiati."Siete la testimonianza di come il nostro Dio clemente e misericordioso sa trasformare il male e l'ingiustizia di cui soffrite in un bene per tutti. Perché - ha proseguito Papa Francesco - ognuno di voi può essere un ponte che unisce popoli lontani, che rende possibile l'incontro tra culture e religioni diverse, una via per riscoprire la nostra comune umanità".